Sui Sacerdoti della Misericordia (SdM) 2013-03-21T16:20:43+00:00

Fin dagli inizi del nostro Istituto, la stessa Madre Rossello nutriva un profondo amore per i sacerdoti. Animata da una viva fede in Cristo, Sommo Sacerdote, aveva una grande generosità verso di loro e verso i giovani che si preparavano al ministero sacerdotale, tanto da fondare la Casa dei Chierici ( 1869 ). Pur tra molti sacrifici e sofferenze, la Madre, con amore e grande sollecitudine, sostenne tale opera persuasa che ogni nuova Ordinazione sacerdotale fosse un dono enorme fatto alla Chiesa e all’Istituto. L’opera proseguì per una trentina d’anni, fintanto che il Vescovo Diocesano Mons. Salvatore Scatti non dispose che tutti i seminaristi frequentassero il Seminario. Con ciò la presenza in Diocesi del “piccolo Seminario della Misericordia” non ebbe più la giustificazione a suo tempo valida e significativa, di rimanere aperto.

Oggi, questi sentimenti della Santa Madre Rossello continuano a concretizzarsi nella condivisione del carisma, da lei ereditato, con i Sacerdoti che si sentono chiamati dal Padre a vivere e trasmettere il Suo Amore con gesti e atteggiamenti di misericordia, tanto da legarsi alla nostra Famiglia Religiosa come Sacerdoti della Misericordia.

Condividendo il tesoro spirituale carismatico, essi sono presenti nella vita dell’Istituto con:

  • la preghiera e l’offerta quotidiana del loro ministero sacerdotale per la Famiglia rosselliana

  • l’accompagnamento spirituale di alcuni Centri ALAM

  • la presenza in alcuni collegi della Congregazione per accompagnare alunni, genitori e docenti

  • l’insegnamento nelle classi (catechesi, dottrina sociale della Chiesa, teologia generale…) nelle nostre scuole

  • la loro partecipazione serena e fraterna negli incontri e nelle celebrazioni della Famiglia Rosselliana.

Attualmente nel mondo 189 sacerdoti sono SdM.